Andalo & dintorni

Il paese di Andalo sorge su un'ampia sella di collegamento fra la Val di Non e il Banale, a 1042 metri slm. A circa 40 km di distanza da Trento. Insediamento di origine medioevale, la sua esistenza è testimoniata a partire dal XII secolo: Andalo e la sua "montagna" facevano parte della gastaldia del Banale ed è probabilmente dalle Giudicarie che giunsero i primi coloni, i quali diedero vita al caratteristico insediamento in masi, tutt'oggi riconoscibile.

Il borgo si estende sul verde altopiano compreso tra le Dolomiti di Brenta e la Paganella, incluso nei comuni aderenti al Parco Naturale Adamello brenta; la recente evoluzione urbanistica ha portato ad un veloce riempimento edilizio tra gli antichi nuclei dei masi. Degna di nota è la presenza di uno dei più curiosi laghi del Trentino: posto in una zona in cui sono evidenti molte tracce di glacialismo, è di origine carsica, con un particolarissimo andamento idrico. Nel corso della seconda metà del '900 la tradizionale economia agricola ha lasciato

completamente il posto ad una trasformazione di tipo turistico- commerciale, favorita dalla posizione a bacìo rispetto alla Paganella e dalla realizzazione di un pregevole carosello sciistico di importanza nazionale. Notevole inoltre è la presenza di un vasto complesso ricreativo, composto da palazzetto del ghiaccio, palacongressi, piscina, parco, campi da tennis - calcio - bocce - pallacanestro, maneggio, palestra di roccia, camping e ampi parcheggi di servizio.

Il paese, dal punto di vista amministrativo, è sede dell'omonimo comune e dei più importanti consorzi pubblici intercomunali comprendenti l'Altopiano e i paesi limitrofi (Cavedago, Fai della Paganella, Molveno e Spormaggiore); vi hanno sede inoltre l'APT Dolomiti di Brenta - Altopiano della Paganella, la Stazione forestale, l'ufficio postale, la farmacia, vari ambulatori medici, la Biblioteca Intercomunale, l'istituto scolastico comprensivo di scuola media ed elementare, la scuola d'infanzia, un cinema-teatro, la parrocchia, tre supermercati e due sportelli bancari.

Gran parte della popolazione è impiegata nel settore turistico; spicca in modo particolare l'alta percentuale di proprietà locale delle aziende alberghiere.

Le presenze turistiche annuali si contano sulle svariate centinaia di migliaia (con una buona percentuale di arrivi stranieri), concentrate quasi esclusivamente nei mesi invernali e in quelli estivi.